Aston Martin Vanquish S arriva a 600 CV

17 novembre 2016
Redazione Automobilismo
  • Salva
  • Condividi
  • 1/14
    Nuovo aggiornamento per la GT che si prepara alla fine della sua lunga carriera. Monta l’ultima evoluzione del celebre V12 aspirato inglese

    Aston martin vanquish s arriva a 600 cv

    “Lunga vita al V12” sì ma biturbo: la versione aspirata da 6 litri che Aston Martin ha donato alla nuova Vanquish S arriva alla soglia di 600 CV ma per l’ultima galoppata, prima che si passi definitivamente alla sovralimentazione. Infatti, il futuro delle GT di Gaydon passa per il V12 che spinge la DB11, prima a montarlo ma non unica destinataria di questa unità.

     

    Le altre novità sull’Aston Martin Vanquish S riguardano i nuovi cerchi da 20 pollici, l’aerodinamica affinata, paraurti più sagomati con appendici in carbonio come le cornici dei quattro terminali di scarico. Aggiornato anche l’assetto, ora più sportivo per una guida ancora più precisa, ed il cambio a 8 rapporti Touchtronic III, per cambiate svelte ed un affinamento anche ai regimi bassi. Con questo livello di potenza, passato dai 573 ai 600 CV, la Vanquish S passa da 0 a 100 km/h in 3,5 secondi e raggiunge una velocità massima di 323 km/h. Il prezzo per la Germania (e probabilmente per l’intera Europa) è già stato fissato in 262.950 euro.

     

    “Quando è stata lanciata la prima Vanquish – ha detto Andy Palmer, CEO di Aston – la nostra azienda è entrata nell’era attuale, fatta di artigianalità e tecnologia, creando un nuovo tipo di GT inglese”. Con la Vanquish S, però, il modello si avvia verso la fine della sua carriera, poi arriveranno altri modelli a tenere alta la bandiera Aston Martin.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta