SOCIAL

CERCA

In questo numero che ci traghetta nel nuovo anno, raccontiamo molte delle novità che devono ancora arrivare nelle concessionarie e che abbiamo guidato per voi

Alfa Romeo alla Pechino-Parigi 2016

Anche Alfa Romeo partecipa all'impegnativo raid “6th Peking to Paris – Pechino Parigi 2016”. Il rally di respiro internazionale ha visto partire il 12 giugno da sotto la Grande Muraglia cinese oltre 100 equipaggi...

Alfa Romeo partecipa all'impegnativo raid “6th Peking to Paris – Pechino Parigi 2016”. Il rally di respiro internazionale ha visto partire il 12 giugno da sotto la Grande Muraglia cinese oltre 100 equipaggi provenienti da 26 nazioni diverse. Nell’arco di 36 giorni, la carovana percorrerà un tragitto di quasi 14.000 km, per poi arrivare il 17 luglio a place Vendôme a Parigi. L’unica tappa italiana, San Martino di Castrozza, verrà toccata il 13 luglio.

La Scuderia del Portello parteciperà a questo rally proprio con due Giulia, pilotate dal Presidente Marco Cajani, co-driver Alessandro Morteo, e dal gentleman driver e giornalista Roberto Chiodi, assistito dalla moglie Maria Rita Degli Esposti (autori del volume Due mondi visti da un’Alfa. Una Giulietta alla Pechino-Parigi 2007).

STORIA
E' la quinta rievocazione storica della Pechino-Parigi che si corse nel 1907 e si concluse con la vittoria della Itala guidata dal principe Scipione Borghese ed Ettore Guizzardi con la presenza a bordo dell'inviato del Corriere della Sera Luigi Barzini. Le altre rievocazioni si sono tenute nel 1997, nel 2007, 2010, 2013 e 2014. Dopo l'esperienza di successo dell'edizione del 2007 con la Giulietta T.I. I 13.695 km chilometri del tracciato saranno percorsi due esemplari della storica Alfa Romeo Giulia, il cui testimone nel segno delle berline sportive del Biscione è stato raccolto dalla nuova Giulia.

Le due vetture impegnate nel raid saranno una Giulia 1.300 Ti del 1969 e una Giulia Super 1.3 del 1973. Ben 11 i Paesi attraversati: Cina, Mongolia, Russia, Bielorussia, Polonia, Slovacchia, Ungheria, Slovenia, Italia, Svizzera e Francia per un percorso in cui il deserto del Gobi e la Mongolia rappresentano le tappe più difficili, per uomini e mezzi.

Gli equipaggi italiani che prenderanno parte alla gara saranno sette, di cui cinque a bordo di Alfa Romeo Giulia: due vetture della Scuderia del Portello e tre di privati. Avranno modo di incontrare alfisti e appassionati di auto storiche presso la rete di concessionarie Alfa Romeo diffuse lungo il percorso, dalla Cina all'Europa: persone di svariate nazionalità e di diversi costumi accomunate dalla passione per il marchio italiano.

A supporto della Scuderia del Portello, club ufficiale dell'Alfa Romeo, oltre al Biscione stesso ci sarà Mopar, Gold Sponsor della manifestazione, il cui logo spiccherà sulle vetture. Il brand punto di riferimento per servizi, ricambi, accessori e customer care di tutti i marchi di FCA darà supporto all'assistenza tecnica durante alcune tappe europee.

Ulteriore supporto agli equipaggi viene fornito dal Gold Sponsor Petronas Lubricants, partner tecnico-commerciale che sviluppa e produce lubrificanti e fluidi funzionali per le vetture del Gruppo FCA. Il marchio Petronas Selenia, l'olio motore fornito in primo riempimento e in after-market per tutte le vetture del Gruppo FCA, sarà visibile sulle due Giulia dell'equipaggio in una nuova grafica che celebra i 25 anni dal suo lancio sul mercato.

Commenta con
Commenta con
AGGIORNA COMMENTI

Commenta la notizia